Soluzioni Cliniche Esaote

Diagnosi

Esaote mira ad offrire una diagnosi precisa ed affidabile per rispondere a qualsiasi esigenza clinica. Le soluzioni integrate per la gestione di dati e immagini garantiscono un flusso di lavoro sicuro e semplificato.

Utilizzo degli Ultrasuoni nella Valutazione delle Malattie dell'Apparato Muscolo-Scheletrico

Gli ultrasuoni sono una tecnologia di imaging non invasiva utilizzata per la valutazione dell'apparato muscolo-scheletrico. Questa tecnologia si rivela, giorno dopo giorno, sempre più affidabile nell'esecuzione di una diagnosi accurata, svolgendo un ruolo fondamentale per quanto riguarda il monitoraggio della malattia, la valutazione dei danni e la terapia.

Essendo un metodo dinamico, gli ultrasuoni consentono all'operatore di vedere l'area interessata in tempo reale. Grazie ai sistemi ecografici compatti, gli esami possono essere svolti in clinica, in ospedale o anche sul campo da gioco, garantendo così un feedback completo e immediato per molti problemi muscolo-scheletrici.

La tecnologia è accettata di buon grado dai pazienti. Gli operatori sono in grado di interagire direttamente con i pazienti, fornendo e spiegando loro tutti i dettagli del trattamento.

Applicazioni cliniche

Poiché è possibile utilizzare gli ultrasuoni in molte applicazioni per il sistema muscolo-scheletrico, abbiamo identificato i segmenti principali in Reumatologia, Gestione del dolore e Medicina dello Sport e Fisioterapia.

Reumatologia

Lo stato clinico di un paziente con artrite reumatoide è collegato al grado di effusione e ispessimento sinoviale. Può essere difficile riuscire a rilevare la sinovite poiché condizioni non infiammatorie sono in grado di simulare gli stessi sintomi dell'artrite infiammatoria. Inoltre, caratteristiche tipiche come l'erosione ossea potrebbero non essere presenti nelle fasi iniziali. L'utilizzo degli ultrasuoni durante la valutazione del paziente può tuttavia risolvere alcuni di questi problemi, consentendo all'operatore di determinare il trattamento più idoneo al paziente..

Le malattie reumatiche più comuni valutabili tramite ultrasuoni sono:

  • Sinovite
  • Erosione
  • Artrite psoriasica
  • Osteoartrite
  • Artrite da cristalli
  • Vasculite
  • Entesite e borsite

Gestione del Dolore

Gli ultrasuoni sono il metodo utilizzato per la diagnosi e la terapia dei blocchi nervosi. Consentono all'operatore di visualizzare i piccoli nervi in tempo reale senza dover impiegare altri componenti.

Le tecnologie avanzate come l'ottimizzazione dell'utilizzo dell'ago, la visuale ampia, l'elastografia e le sonde ad alta frequenza permettono all'operatore di eseguire procedure cliniche con sicurezza, aumentando così la percentuale di successo nel trattamento del dolore del paziente.

Medicina dello Sport e Fisioterapia

Tendini, muscoli e ossa sono le tre zone maggiormente colpite da infortuni negli atleti. Poiché tali incidenti spesso si verificano sul campo da gioco e richiedono una risposta immediata in base alla gravità della lesione, Esaote ha sviluppato sistemi ecografici avanzati e portatili proprio per soddisfare questo tipo di esigenza.

La possibilità di eseguire immediatamente l'esame sul campo consente all'operatore di determinare una diagnosi affidabile, migliorando così le prestazioni e il recupero degli atleti e riducendo i costi derivanti da ulteriori esami e trattamenti.

Tecnologie Avanzate

L'imaging a ultrasuoni è una tecnologia che viene costantemente migliorata per poter creare strumenti in grado di offrire sempre più benefici e vantaggi tanto all'operatore quanto al paziente. È importante mettere in evidenza alcune delle nuove tecnologie più importanti e il motivo che è alla base del loro sviluppo.

Ottimizzazione della Visualizzazione dell'Ago

Per un medico, disporre di strumenti affidabili e precisi in grado di guidarlo attraverso le procedure a ultrasuoni è fondamentale. Esaote ha quindi sviluppato una tecnologia in grado di aumentare la luminosità dell'ago, combinando l'immagine B-Mode standard con un'immagine steered correttamente elaborata.

Vista Panoramica (VPan)

La tecnologia VPan consente all'operatore di visualizzare in modo ampliato la regione interessata. Questa funzione, combinata con una lunghezza di acquisizione illimitata, rende la tecnologia perfetta per la valutazione di lesioni di grandi dimensioni.

Elastografia (ElaXto)

Questa tecnologia mette in evidenza le strutture dure e molli fornendo informazioni sull'elasticità del tessuto della regione interessata. Si tratta di un esame rapido e semplice, in grado di migliorare il comfort e la gestione del paziente evitando la palpazione superficiale non necessaria della parte interessata. È uno strumento eccellente per la diagnosi e in particolare per il follow-up del paziente.

Microvascolarizzazione (microV)

microV rileva i vasi più piccoli e con flussi lenti senza le interferenze B-Mode (nessun rumore correlato alle strutture iperecogene) per la rappresentazione delle informazioni legate ai flussi non rilevabili con le tecniche doppler standard.

Vantaggi Clinici

  • Eccellente strumento per la diagnosi e il follow-up del paziente.
  • Tecnologia affidabile e non invasiva.
  • Precisione durante le procedure interventistiche grazie al sistema di imaging real-time.
  • Comfort ottimale del paziente.
  • Flusso di lavoro e gestione del paziente migliorati.
  • Riduzione dei costi e buona redditività degli investimenti.

Scopri le nostre soluzioni:

 

Tecnologia e caratteristiche dipendono dalla configurazione/dal sistema. Specifiche soggette a modifiche senza preavviso. Le informazioni potrebbero fare riferimento a prodotti o modalità non ancora approvati in tutti i paesi.
Le immagini di prodotto compaiono a solo scopo illustrativo. Per ulteriori informazioni contattare il proprio rappresentante Esaote.

Esaote

ATTENZIONE:
Le informazioni contenute in questo sito sono destinate in via esclusiva agli operatori professionali della sanità in conformità all'art. 21 del D.Lgs. 24 febbraio 1997, n. 46 s.m.i e alle Linee Guida del Ministero della Salute del 17 febbraio 2010 e successivo aggiornamento del 18 marzo 2013.

Sei un operatore sanitario?